top of page

La manutenzione di un vitone idraulico

Il vitone idraulico è quell'elemento che apre e chiude l'acqua presente su ogni rubinetto o impianto.


Ne esistono principalmente 3 diversi tipi:

  • a sfera - che aprono e chiudono l'acqua tramite una leva o un pomello che movimenta una sfera forata

  • a dischi ceramici - che aprono e chiudono l'acqua tramite un pomello che movimenta due dischi ceramici sovrapposti e inseriti in una cartuccia

  • a vite - che aprono e chiudono l'acqua tramite una leva o un pomello che movimenta un pistone con guarnizione

Per tutti e tre i tipi esiste il ricambio completo reperibile facilmente per i marchi più noti nei magazzini di forniture idrauliche ma, a differenza di quelli a sfera e ceramici, quelli a vite con pistone sono i più diffusi ormai da anni e non sempre è facile reperire il loro ricambio.


Può capitare che chi lo fa da professionista debba intervenire rettificandolo o facendone riprodurre uno uguale dai fornitori che lo realizzano.


Guida alla manutenzione del vitone idraulico a pistone


Partendo dal presupposto che per chi ha una buona manualità sia un'operazione semplice, di seguito illustro in una piccola guida le fasi da eseguire per effettuare la manutenzione:


1. CHIUSURA DELL'ACQUA GENERALE


Prima di effettuare lo smontaggio è importante chiudere il generale dell'acqua per evitare di causare allegamenti.


Nel caso in cui l'appartamento faccia parte di un complesso condominiale può essere necessario chiudere l'acqua a tutto lo stabile.


Per questo, è necessario avvisare prima l'amministratore chiedendogli l'autorizzazione e poi tutti coloro che fanno parte del contesto in cui si effettua la chiusura dell'acqua.


2. RIMOZIONE DEL VITONE IDRAULICO


Smontare il pomello e la rosetta e con l'utilizzo di una chiave inglese o pinza a pappagallo svitare il corpo del vitone in senso antiorario rimuovendolo dalla sede.



3. SMONTAGGIO DEL VITONE IDRAULICO


Rimuovere il pistoncino dalla sede girando la vite, successivamente svitare il piccolo bullone in testa per estrarre la guarnizione.



4. SOSTITUZIONE DELLA GUARNIZIONE


Sostituire la guarnizione a tampone.


Hanno misure standard, ma in alcuni casi bisogna leggermente rifilarle tagliandole di pochi decimi di millimetro al bordo per adattarle alla sede.



5. RETTIFICA DELLA SEDE DI BATTUTA DELLA GUARNIZIONE


Rettificare la sede di battuta della guarnizione utilizzando l'apposito attrezzo rettificatore adatto per questo tipo d'intervento.


Dopodiché, verificare che il corpo del vitone non abbia danni crepe o sia eccessivamente usurato.



6. PULIZIA E ASSEMBLAGGIO DEL VITONE


Rimuovere i depositi di calcare e pulire dal vecchio grasso. Eseguire l'ingrassaggio della vite e del pistoncino. Riassemblare il vitone.



7. RIMONTAGGIO DEL VITONE


Rimontare tutto sostituendo la guarnizione esterna o in alternativa utilizzare della canapa.


Riaprire l'acqua per verificare il corretto funzionamento, finire il montaggio con la rosetta e il pomello.



Spero di esserti stato utile con questa semplice guida sia per te che sei un amante del fai da te, sia per te professionista che non ha ancora avuto l'occasione di farlo.


Buon lavoro!

Per S.M.a.D.

Carmelo


 

Prenota direttamente da qui l'intervento di un professionista S.M.a.D - Servizio Manutenzioni a Domicilio👇






64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page